Braccianti contadini. Ieri oggi domani

4 febbraio 1956,  Rocco Girasole colpito a morte

4 febbraio 1956, Rocco Girasole colpito a morte

Il 13 gennaio 1956 a Venosa, Rocco Girasole, bracciante di vent’anni, fu ucciso dalla polizia durante uno sciopero a rovescio: trecento disoccupati stavano pulendo dal fango una strada del paese e avrebbero poi chiesto al Comune di essere pagati per questo. L’intervento brutale della polizia causò la morte del giovane e cinque feriti. In Basilicata, negli anni immediatamente successivi alla Riforma agraria, disoccupazione e miseria rendevano ancora drammatica la vita dei braccianti e dei contadini. L’emigrazione riprendeva vigore.
Sono passati sessant’anni e tutto sembra cambiato. L’agricoltura industriale ha sostituito il latifondo e schiacciato l’agricoltura contadina. Le campagne di Venosa sono popolate non più da mietitori di grano, ma da raccoglitori di pomodoro di origine africana. I problemi dei contadini non sono più la fame e la miseria, ma le pressioni della grande distribuzione e delle industrie conserviere, la concorrenza internazionale sui mercati, l’invecchiamento dei titolari d’azienda…
Quali sono i nessi tra lo sfruttamento di ieri e lo sfruttamento di oggi? Tra i conflitti sociali di ieri e i conflitti sociali di oggi?
Proviamo a tessere questi fili con una serie di iniziative che dureranno fino al 27 agosto.
La mostra fotografica “Lo sciopero di Girasole” e il documentario “La morte di Girasole” sono stati realizzati tra il 2005 e il 2006, in occasione del cinquantesimo anniversario dello sciopero del 1956, a partire da una ricerca corale e di base, sulla storia e sulle memorie di quegli anni. (Mimmo Perrotta)

14-27 agosto 2016
Convento San Domenico

Venosa (PZ)

Convento San Domenico, 14-27 agosto 2016 – ore 10-12 e 18-21
MOSTRA FOTOGRAFICA

“Lo sciopero di Girasole 1956-2016”
Curatori: Tiziano Doria, Marco Padula
A cura di: Fuori dal ghetto, Circolo Arci Iqbal Masih, Associazione Familiari Antistigma Alda Merini

DOMENICA 14 AGOSTO 2016
Ore 18 – Inaugurazione della mostra 
“Lo sciopero di Girasole 1956-2016”

ore 20 – Proiezioni:
“Là-Bas”, di Daise Bi (videoclip hip-hop, Boreano, 2011, 4 minuti)
“La scuola di Boreano” (Italia, 2013, 8 minuti), di Rocco Casella, Sergio Dileo, Benedetto Guadagno, Savino Reggente
“La morte di Girasole” (56 minuti, Italia, 2006), regia di Giuseppe Bellasalma e Benedetto Guadagno
Saranno presenti i registi e i curatori della mostra.

GIOVEDI’ 25 agosto 2016
Ore 18 – Presentazione del rapporto di

Medici per i diritti umani Terra (in)giusta (2014-2015)
Presentazione del libro “Leggi Migranti Caporali”, a cura di Enrica Rigo (Ed. Pasini, 2015)
Con Giulia Bari (Medu), Enrica Rigo (Università Roma Tre), Aboubakar Soumahoro (USB)

Aperitivo

Ore 20
Proiezione del documentario “Funky Tomato Story” (24 minuti, Italia, 2016)
Presentazione dei progetti Funky Tomato e Lucanapa e dibattito

VENERDI’ 26 AGOSTO 2016
Dalle ore 18 – Piazza Orazio

Festa “Fuori dal ghetto”

a sostegno dei braccianti migranti – Quinta edizione
Interventi di: Associazione Produzioni Fuori dal ghetto, Funky Tomato, USB, Medici per i diritti umani, Chiesa Valdese-Metodista Venosa, Osservatorio Migranti Basilicata, Circolo Arci Iqbal Masih, Scuola di italiano di Boreano

Ore 20: Concerti

illustrazione di Ca.Gi

Trackback from your site.

Leave a comment